081 5754268 / 366 6422367 info@genitorinsieme.it

Martedì 22 Settembre 2015 è stata inaugurata “La Casa di Alice”, casa accoglienza per famiglie di bambini oncoematologici in cura a Napoli.

L’abitazione è sita in via Marcello Candia 51 (una traversa di via Terracina nel quartiere di Fuorigrotta a Napoli), ed è un bene confiscato alla camorra, che il Comune di Napoli ha assegnato all’Associazione Carmine Gallo Onlus.

Questo è un segno di vicinanza ai bambini che soffrono e alle loro famiglie – ha detto il Sindaco di Napoli Luigi de Magistris, presente all’inaugurazione – Una lacuna che si doveva colmare e questa è la strada per dare segnali al territorio soprattutto perché ciò che viene tolto ai criminali viene dato ai cittadini.

Il progetto è stato realizzato anche grazie alle associazioni “Antonellina Clemente” di Cervinara e “Trenta Ore per la Vita”, che ha il suo principale testimonial in Lorella Cuccarini, anch’essa presente all’inaugurazione, che ha tagliato il nastro inaugurale insieme alla presidente Rita Salci.

È una grande giornata di festa e noi siamo quì per condividerla con tutti quelli che ci hanno creduto, che ci credono da tanti anni, come la comunità dei donatori – ha detto Lorella Cuccarini – È un po’ la realizzazione di tanti sogni che cerchiamo di coltivare negli anni. Il momento in cui riusciamo a rendere concreta la solidarietà. Gli diamo anche più peso, più valore.

Presenti all’inaugurazione anche Vincenzo Gallo e Paola Ragni, presidende e vice della “Carmine Gallo”.

È molto importante – ha detto Gallo – consentire alle famiglie dei bambini affetti da gravi malattie di potersi ritrovare proprio come a casa per poter sopportare le sofferenze cui vanno incontro. Una struttura come la Casa di Alice rappresenta un supporto fondamentale per loro.

Alcune foto scattate durante l’evento

[widgetkit id=331]


CORRIERE DEL MEZZOGIORNO TV: Apre la «Casa di Alice», aiuterà i bambini che soffrono


Video estratto dal programma “bel tempo si spera” su TV2000 del 10 dicembre 2015